Non ci sono più le Klein di una volta…

Ieri sono stato alla presentazione del nuovo libro di Naomi Klein.
Lo scenario del Cantiere era particolarmente suggestivo; nonostante
l'entusiasmo legato all'uscita e al successo di NoLogo sia ormai
svanito, la sala e anche le altre sale del centro in cui veniva
proiettato l'evento era piene di gente: ragazzi, curiosi e
professionisti.
Le voci sulla nuova fatica della Klein (Shock economy. L'ascesa del capitalismo dei disastri)
non erano molto positive e io me la sento di smentirle solo in parte,
anche se non ho ancora letto il libro. La storia del Neoliberismo fatta
dalla scrittrice canadese mi ha incuriosito, ma la metafora dello SHock
non sembra reggere molto e comunque non ha il fascino e l'efficacia
della sua famosa trattazione sul Logo.
In particolare non ho capito un passaggio in cui include il terrorismo
(anni 70) tra le cause di uno schok per la società, il discorso sulle
dittature sudamericane invece appare abbastanza chiaro.
Complimenti ai ragazzi per l'organizzazione. Volendo fare una critica,
si potrebbe sottolineare l'inopportunità di fare di un evento del
genere (di portata internazionale), un'eccessiva personalizzazione, non
in termini di movimento, ma in termini di gruppi più piccoli e
caratterizzati.

 

This entry was posted in Politica. Bookmark the permalink.

1 Response to Non ci sono più le Klein di una volta…

  1. Iole says:

    “il terrorismo (anni 70) tra le cause di uno schok per la società”

    Beh, non so come lo tratti la Klein, ma è indubbio che lo scopo finale della strategia della tensione fosse quello di creare un diffuso sentimento di insicurezza, grazie al quale poter giustificare provvedimenti di “emergenza” (nulla di diverso dalle limitazioni dei diritti civili in USA dall’ 11/9 in poi).

    Se non ho capito male la Klein ipotizza che questa “tecnica” venga applicata a livello economico oltre che politico. Non so se possa essere applicato all’Italia degli anni 70, ma mi pare che ci sia una logica nel discorso.

    I.

Comments are closed.